Ado: tempo di cambiamenti

Il tempo dell’adolescenza è un passaggio di grande importanza nel cammino di crescita umana e cristiana della persona. A caratterizzarlo sono i cambiamenti grandi, molteplici e repentini che si preannunciano come una vera e propria “rinascita”. Questa è l’età in cui i ragazzi iniziano a riflettere e ad arrischiare una lettura personale della realtà; è l’età in cui, nel desiderio di affermare la propria libertà, il mondo intero appare loro come possibilità da percorrere e da esplorare; è l’età in cui la ricerca tenace della propria identità incoraggia la progressiva unificazione della vita intorno ad un progetto condiviso; è l’età in cui si comincia a far esperienza di relazioni vere che strutturano e danno sapore alla vita.

Il cammino della fede

Una proposta che abbia a cuore la crescita della fede degli adolescenti non può prescindere dalla complessità del loro vissuto, con le domande che esso si porta dietro. Così come non può sottrarsi al dialogo e al confronto, anche schietto! La posta in gioco è mostrare il volto affidabile di Dio attraverso le parole e la testimonianza di Gesù per poter arrivare a riconoscere nella fede un’esperienza di vita autentica e in Gesù la “via” che conduce alla pienezza della verità.

INCONTRI

Gli adolescenti si incontrano:

  • Oratorio di Castel Rozzone: lunedì dalle ore 20,30 alle ore 21,30
  • Parrocchia di San Pietro (piazza Paolo VI): lunedì dalle ore 21 alle ore 22,15
  • Oratorio di san Zeno: lunedì dalle ore 21 alle ore 22,15

Gli incontri durano circa un’ora.

DOMANDE FREQUENTI:

“Ho sentito parlare del gruppo adolescenti: che cos’è e come posso fare?”

Il gruppo adolescenti vede protagonisti i ragazzi dalla I alla III superiore che desiderano intraprendere un cammino di fede in oratorio. Ogni anno viene scelta una tematica che sarà declinata in attività, momenti di preghiera e di confronto, testimonianze, visione di film, giochi, un ritiro spirituale e altre esperienze finalizzate ad approfondirla. La partecipazione non necessita di una vera e propria iscrizione: è sufficiente presentarsi in oratorio.

 

“Mi piacerebbe partecipare, ma purtroppo nei giorni di catechesi ho un altro impegno. Come posso fare?”

Le attività del gruppo “ado” non si limitano solo al giorno del catechismo, vengono proposte anche delle iniziative in momenti diversi della settimana: ciò che si rivela necessario è mantenere i contatti con le figure di riferimento (tramite, ad esempio, i gruppi whatsapp creati per fasce d’età), in modo da essere costantemente informati sulle attività. Logicamente, quando possibile e compatibilmente con gli altri impegni, è bene presentarsi ogni tanto anche al gruppo settimanale. Il responsabile della fascia degli Adolescenti è don Giovanni Boellis. Se vuoi maggiori informazioni: donstefano.valsecchi@gmail.com

 

“Come si fa a fare l’animatore all’Oratorio estivo? Come posso fare?”

Prima di tutto bisogna amare giocare e…far giocare!

Se frequenti la I, II o III superiore la scelta migliore è partecipare al gruppo adolescenti dell’oratorio che, nella sua fase finale, vede lo svolgersi del “corso animatori”. Parliamo di “scelta migliore” perché in questo modo si creerebbe già un gruppo capace di dialogare e lavorare in sinergia. Diversamente è bene prendere contatti con i don già nel mese di gennaio, per conoscersi e valutare insieme la proposta di svolgere l’attività di animatori durante l’oratorio estivo, che vede impegnati gli adolescenti dal lunedì successivo alla fine della scuola per 5 settimane consecutive. Il corso si svolge da aprile sino all’inizio dell’oratorio estivo e vede una prima parte di vero e proprio “corso” teorico, non privo però di attività pratiche che introducono e approfondiscano la figura dell’animatore; in un secondo momento, invece, si passerà alla vera e propria pratica: bisogna fisicamente costruire le settimane con i giochi, le attività e gli incarichi che ogni ado dovrà ricoprire per far divertire i più piccoli.